Caritas

BREVE  STORIA DELLA CARITAS PARROCCHIALE S. FRANCESCO  D’ASSISI

La Caritas parrocchiale ha avuto inizio nel 1978 in occasione della visita pastorale dell’allora Card. Poma.

Si iniziò con:

  • Visite agli ospiti anziani della casa di Riposo “Villa Silvia”.
  • visite agli ammalati e anziani nelle loro abitazioni. Si accompagnava anche il sacerdote quando portava, la domenica, la Comunione.
  •  Assistenza giornaliera  e per molti mesi ad una signora anziana (era la sacrestana) ricoverata in ospedale.
  • Assistenza giornaliera ad altra anziana sola, per preparazione cena e faccende di casa. Furono coinvolti molti giovani.
  • Per un anno fu assicurata la presenza giornaliera per accudire un bambino. Caso segnalatoci dal Consultorio Familiare.
  • Altra assistenza a due famiglie per figli con problemi seri, nell’attuazione di un programma di  recupero.
  • Annualmente veniva fatta una raccolta di vestiti. Una parte veniva trattenuta e distribuita a nomadi accampati nel nostro territorio parrocchiale.
  • Nel 1989, la distribuzione di indumenti usati si allargò anche ad altre persone bisognose, specialmente stranieri e a persone senza tetto ricoverati all’ospedale Bellaria.
  •  La distribuzione degli indumenti ci ha permesso nel tempo di conoscere più a fondo alcune famiglie straniere in difficoltà e quindi con il sostegno delle Assistenti Sociali, del parroco e della Caritas Diocesana, di aiutarle a fare un cammino in crescita cercando per loro lavoro e casa.
  •  Sono state fatte diverse spedizioni di indumenti a paesi colpiti da disastri naturali.
  • Per alcuni anni, insieme agli operatori della parrocchia di S. Giovanni Bosco, abbiamo seguito da vicino la realtà nomadi nel campo vicino a San Lazzaro con visite e interventi.

 

ATTUALMENTE le attività Caritas sono:

  • Presenza in tre case di Riposo.
  • Selezione e preparazione  vestiario che viene distribuito ogni ultimo venerdì del mese, dalle ore 8,30 alle 11.
  • Distribuzione alimenti una volta al mese in due momenti (giovedì pomeriggio e venerdì mattina.
  • Ritiro verdura presso il mercato ortofrutticolo, due volte al mese.
  • Ritiro presso il Banco Alimentare – Imola di viveri.
  • Contatti frequenti con le famiglie aiutate.
  • Contatti con le persone che si presentano in parrocchia per chiedere aiuto.
  • Pulizia della chiesa – preparazione dei fiori – cura delle piante – lavaggio e stiratura della biancheria – confezione delle vestine bianche per i battesimi.
  • Raccolta due volte all’anno di alimenti e prodotti vari nei supermercati della zona, in stretto contatto con il Comune di San Lazzaro e la nostra Associazione di Volontariato per realizzare il progetto “Lazzaro Solidale”.

 

REFERENTI: Grandi Renato – Marabini MariaVittoria – Cazzoli Anna